sport e mamma

Le Mamme sanno essere presenti se ne hai bisogno, assenti se lo richiedi, sanno aspettare, sanno curare, sanno ascoltare, sanno risolvere: le mamme sono super.

E’ la festa della Mamma. Ho vinto qualche cosa?

Per tutti i vari grazie mai ricevuti e spesso dati per scontato, mi sono chiesta diverse volte: se essere mamma fosse stata una disciplina delle Olimpiadi io avrei vinto qualche cosa?

super mamma

Non pretendo lo scudetto o la coppa, ma una medaglia di partecipazione, una pacca sulla spalla, una stretta di mano, un complimenti pure buttato lì tanto per non lasciarmi a bocca asciutta dopo la dura corsa.

Nell’epoca dei reality, delle challenge, delle sfide, del campionato da vincere, della scommessa da fare, delle rincorse al like… quando il mondo riprenderà senza le restrizioni di oggi, sarebbe carino indire la sfida delle sfide:

  • la campestre delle mamme
  • la staffetta
  • i 100 metri
  • il tiro al piattello
  • il salto in alto
  • il salto in lungo
  • la corsa a ostacoli
    …delle mamme

Essere mamma è a tutti gli effetti una rivisitazione dell’atletica leggera, che di leggero ha ben poco.

Le Super mamme

Potremmo ipotizzare delle vere e proprie squadre geografiche:
le mamme di Roma, le mamme di Bari, le mamme di Milano, le mamme di Pisa e fare concorrenza alle Donne di Modena, di Genova, di Padova, di Napoli, descritte da Francesco Baccini.

super mamma

Potremmo altrimenti formare delle squadre di mamme suddivise in  categorie caratteriali: le mamme austere, le mamme complici, le mamme dolci, le mamme deboli.

super mamma

O ancora dividerle in categorie fisiche: le mamme culone, le mamme tettone, le mamme snelle, le mamme alte, le mamme basse.

super mamma

Molto interessante potrebbe essere formare squadre che rappresentano criteri estetici: le mamme more, le mamme bionde, le rosse, le mamme con capello corto, le mamme ricce, le mamme piastrate, con la messa in piega, le mamme spettinate.

super mamma

E poi ci sono le mamme pedagogiche: la mamma Steineriana, la mamma Montessoriana, la mamma evviva la tv, la mamma Social, la mamma Emoticons sulle foto…

super mamma

Quante mamme belle, di differenti varietà, colore, tono, sapore.

Chi più ne ha più ne metta, se volessimo catalogarle tutte sarebbe un’impresa ardua più della scalata del Monte Everest, più del primo uomo sulla Luna, più di un parto con travaglio di 24 ore… di più!!!

Sarebbe bello però creare delle vere squadre, con tanto di seguito, una tifoseria, un allenatore, un cambio in panchina all’occorrenza, un cachet per il ruolo.

Sarebbe stimolante gareggiare per un titolo, per la Coppa Campioni, per la Coppa Uefa. Vincere il Campionato del mondo.

Avere un inno tutto nostro, delle maglie, una sciarpa in coordinato…Wow!

super mamma

Abbiamo potenziato l’economia di sport di squadra che a ragionarci fa davvero ridere e ancora non ci siamo inventati il coomarketing delle mamme creando il gioco di squadra più bello e utile del mondo. Sai che indotto per lo stato che potremmo tirare fuori?

E’ ora di rendere giustizia al ruolo più bello e difficile del mondo

Vuoi mettere crescere un bambino in gruppo, ognuno nel suo ruolo? 

L’addetta alla ninna, l’addetta alle pappe, colei che li veste: io che corro all’attacco, chi in porta e chi in difesa, caspita sarebbe geniale.

Altro che genitore 1 e genitore 2, qui dobbiamo fare squadra!!!

Io voto SI per certificare le squadre delle fuoriclasse del settore, per rendere giustizia al nostro ruolo, alle nostre imprese.

Impariamo a fare squadra

Noi siamo delle Super Mamme e spesso siamo le prime a essere in competizione con altre mamme senza neppure essere davvero concorrenti. Va bene gareggiare, ma cambiamo le regole del gioco: facciamolo insieme e basta puntare il dito ed essere contro.

Contro il cooslepping, contro la sisa, contro il latte artificiale, contro le punizioni, contro il ciuccio, contro la tv, contro la prelettura, la prescrittura, contro la mamma amica, contro la mamma rigida.

Impariamo a essere unite e a  lottare per la vittoria, facciamo squadra, perché siamo speciali così come siamo, nelle nostre meravigliose anomalie, nei nostri perfettissimi difetti, nei nostri esaurimenti nervosi, nel nostro dispensare amore incondizionato.

E poi aspettiamo la premiazione per la coppa, la medaglia, il gagliardetto…insomma “fatece vince qualcosa!!!”.

super mamma

Auguri mamme belle, quest’anno il podio ce lo meritiamo tutto.