VALIGIA PARTO

La data del parto si avvicina: è ora di preparare la borsa da tenere pronta in caso di necessità. Ogni struttura ospedaliera o clinica ha una sua lista specifica per l’occorrente necessario a mamma e neonato.
Proviamo a vederne qualcuna da vicino…

Da quando hai raccontato a tutti che presto diventerete genitori tre sono le domande a cui, volente o nolente, sei stata obbligata a rispondere:
1) Conosci già il sesso?
2) Qual è la data presunta del parto?
3) La valigia è già pronta?

Ora, se per i primi due quesiti la curiosità è anche giustificabile, per il terzo dopo millenni ancora non si è trovata una spiegazione plausibile, ma tant’è.

A parte gli scherzi, uno dei dubbi che assilla tutte le future mamme, indipendentemente dal mese di gestazione, è:
cosa devo mettere in valigia e quando devo prepararla?

Valigia parto

Quando preparare la valigia?

Non esiste un momento universalmente valido per preparare la valigia da portare all’ospedale o in clinica.
Se ti fa sentire bene, puoi cominciare a pensarci già dal primo giorno di ritardo.
Se, invece, sei più “scaramantica”, meglio aspettare che la pancia cresca un po’.
Se non ci sono complicanze che necessiterebbero di avere la borsa pronta davanti alla porta fin dai primi mesi, di solito viene consigliato di preparare tutto l’occorrente fra l’ottavo e il nono mese di gravidanza.

Valigia parto

Cosa mettere in valigia?

La lista degli indumenti da inserire nella valigia può variare in base alla struttura in cui si è scelto di partorire, ma solitamente al di là dei soliti effetti personali (come dentifricio, spazzolino ecc…) vengono richiesti per la mamma:

  • camicie da notte aperte davanti
  • reggiseni da allattamento
  • coppette assorbilatte
  • pantofole
  • assorbenti post parto
  • mutandine rete monouso
  • vestaglia
  • LA CARTELLA CON LE ANALISI E LE ECOGRAFIE FATTE IN GRAVIDANZA (possibilmente messe in ordine cronologico dalla più vecchia alla più recente)
  • un documento di riconoscimento e la tessera sanitaria

Per il neonato, invece, di solito si consigliano:

  • cinque cambi completi (body, vestitino-tutina, calzettoni e cappellino) del tessuto più adatto alla stagione
  • una camicina della fortuna (si tratta di una tradizione che giunge dal passato: quando i bambini venivano vestiti con lana o filati grezzi, avere un vestitino di seta che non irritasse loro la pelle era considerato un vanto oltre che naturalmente un regalo di inestimabile valore, da conservare fino all’età adulta. Ovviamente oggi non è più così, ma è rimasta la tradizione di far indossare al neonato una camicina da conservare, come ricordo di quei primi attimi irripetibili)
  • pannolini 
  • copertina (in base al periodo dell’anno – a giugno, luglio e agosto proprio no!)
  • bavaglini
  • salviettine umidificate

Valigia parto

Sei incinta? Stai per partorire?
Qui trovi le linee guida della Regione Lazio
per affrontare una maternità serena e consapevole

Le liste corredo ufficiali di alcune delle strutture più amate dalle future mamme romane

Come già accennato, però, ogni struttura sanitaria ha una sua lista specifica di cose da portare.
Roma03 ha raccolto quelle ufficiali di alcuni fra gli ospedali e le cliniche romani più “gettonati” dalle future mamme.
(RICORDA, però, DI CHIAMARE E CHIEDERE SEMPRE LA CONFERMA DIRETTAMENTE IN OSPEDALE, SOPRATTUTTO DOPO L’EMANAZIONE DELLE NUOVE NORME ANTI-COVID).

1SAN CAMILLO – FORLANINI

Borsa grande per la puerpuera e per il neonato
– due camicie da notte di cotone aperte davanti
– assorbenti non plastificati
– mutandine a rete o di cotone
– due asciugamani
– necessario per igiene personale
– quello che si ritiene utile per la degenza
– quattro cambi completi (ognuno in una busta con sopra scritto il nome e cognome della mamma): body a manica corta o canottiera; tutina o ghettine coprifasce; calzini; cappellino (uno solo).

Borsa piccola per la sala parto
– camicia da notte
– pantofole
– vestaglia
– primo cambio per il neonato
– cartellina con esami effettuati in gravidanza
– documento di identità o sua fotocopia
– generi alimentari di conforto per il travaglio

Per ulteriori info clicca qui.

2FATEBENEFRATELLI – ISOLA TIBERINA

Per la mamma
– due o tre camice da notte di cotone, aperte davanti che consentano l’allattamento
– vestaglia
– due reggiseni per l’allattamento
– tutto per l’igiene personale
– pantofole comode
– troverai il phon nel bagno
– porta una valigia piccola

Per il bambino/a
– tre cambi completi composti ognuno da: un body mezza manica di cotone, una tutina o una ghettina con maglietta
– una copertina di lana o cotone a seconda della stagione

Per il papà che assiste
– kit camice di carta e soprascarpe

Un sacchetto per la sala parto
– assorbenti del post-parto
– mutandine a rete usa e getta
– cartellina con tutte le analisi, in cui deve essere messo in evidenza il gruppo sanguigno, HbSAg, HCV, tamponi, elettrocardiogramma, visita anestesiologica, le analisi dell’ultimo mese di gravidanza e le ecografie.
– Primo cambio del bambino composto da: un body mezza manica di cotone, una tutina o una ghettina con maglietta a maniche lunghe e una copertina.

Per ulteriori info clicca qui.

3POLICLINICO GEMELLI

Per la mamma (possibilmente utilizzare borsoni modellabili e non voluminosi, non portare oggetti di valore)
– camicie da notte aperte davanti per l’allattamento
– mutandine monouso
– assorbenti grandi (tipo notte)
– pantofole
– vestaglia
– occorrente per l’igiene personale
– documentazione necessaria per il ricovero con tutti gli esami eseguiti in gravidanza
– documento valido di identità

Per il neonato
– 4 cambi confezionati singolarmente, in bustine di plastica, etichettate con il cognome del bambino con camicia di cotone o di seta; maglietta di cotone o di lana; coprifasce; scarpine, possibilmente con laccetti; non portare tutine intere ma, preferibilmente, body intimi sgambati.
Per la dimissione: 1 cambio completo

Per ulteriori info clicca qui.

4POLICLINICO CASILINO

Per la mamma (presentarsi senza gioielli, smalti e piercing)
– tre camice da notte aperte davanti (per facilitare l’attaccamento al seno)
– assorbenti post parto 
– mutande a rete monouso oppure slip assorbenti post parto
– coppette assorbilatte
– occorrente per l’igiene quotidiano
– fotocopia del documento d’identità e della tessera sanitaria
– cartella con esami: ECG (validità 3 mesi); gruppo e fattore Rh (da eseguire presso un ospedale dotato di centro trasfusionale); da eseguire nell’ultimo mese di gravidanza: emocromo, esame urine, glicemia, azotemia, creatininemia, bilirubinemia; GOT, GPT, Gamma GT; PT, PTT, Fibrinogeno, Antitrombina III; VDRL, HbsAg, HCV, HIV (per prelievo cordonale HIV 1-2); LISTERIA MONOCYTOGENES anticorpi IgG e IgM; tampone vaginale: ricerca germi comuni con eventuale antibiogramma; tampone cervicale : ricerca chlamydia e mycoplasma; tampone rettale : ricerca streptococco beta emolitico con eventuale antibiogramma; visita anestesiologica: per prenotazione chiamare il CUP regionale regione Lazio al numero 06/9939 e chiedere l’appuntamento presso il Policlinico Casilino o presentarsi personalmente allo sportello CUP del Casilino. Per la prenotazione è necessaria l’impegnativa medica per visita anestesiologica. Gli esami da portare in visita sono: emocromo, PT, PTT, Fibrinogeno, AT III, Elettrocardiogramma. Al momento del ricovero si consiglia di portare in visione tutti gli esami e le ecografie eseguite in gravidanza. . 

Per il neonato
– tre cambi: body, tutina intera o completino maglia e pantalone, calzini e cappellino (cotone o ciniglia, manica lunga o corta in base alla stagione)
– pannolini e salviettine umidificate

Per ulteriori info clicca qui.

5AZIENDA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA

Per la mamma
– una camicia per il parto, aperta sul davanti fino a sotto il seno, maniche al gomito
– tre camicie da notte per la degenza, aperte davanti fino a sotto il seno per l’allattamento
– due reggiseni per l’allattamento (una misura più grande di quella indossata a termine di gravidanza)
– mutandine a rete morbide
– assorbenti igienici consistenti
– vestaglia
– pantofole
– due paia di calzini di cotone o lana (se inverno)
– T-shirt per il travaglio
– occorrente per la toilette personale
– cartellina con le analisi eseguite in gravidanza
– documento valido di riconoscimento

Per il neonato
– quattro cambi ognuno in un sacchetto trasparente etichettato con il cognome della madre (preferibilmente body e tutine)

Per ulteriori info clicca qui.

 

6SANDRO PERTINI

Per la mamma
– camicia da notte con apertura anteriore (almeno 4), o pigiama con apertura anteriore (almeno 4)
– vestaglia
– pantofole
– mutande a rete (2 pacchi)
– asciugamani
– pannolini assorbenti grandi
– oggetti per l’igiene personale
– rotolo di Scottex

Per il neonato
– asciugamani di spugna o cotone (almeno 3)
– cambi completi (almeno 5) composti da: body, tutina e calzini
– cappellino
– pannolini
– salviette umidificate

Per ulteriori info clicca qui.

7SANTO SPIRITO

Per la mamma
– camicie da notte con apertura parziale o totale utile per l’allattamento
– reggiseno da allattamento
– assorbenti grandi
– mutande a rete
– vestaglia
– pantofole
– occorrente per l’igiene personale

Per il neonato (evitare la lana e i colori troppo accesi)
– quattro o cinque buste con il nome e il cognome del bambino. Ogni busta deve contenere: un body a mezze maniche o magliettina e mutandine di cotone o lana/cotone a seconda della stagione; una tutina o coprifasce e ghettine di cotone o ciniglia a seconda della stagione
– un cappellino
– un asciugamano di spugna di misura media per il bagnetto
– pannolini per il cambio

Per ulteriori info clicca qui.

8SANT’EUGENIO

Per la mamma
– camicia da notte con apertura anteriore
– vestaglia
– pantofole
– mutande a rete (2 pacchi)
– reggiseno da allattamento
– asciugamani
– assorbenti post parto grandi
– detergente/disinfettante per l’igiene intima
– prodotto per le cure igieniche personali
– fazzoletti di carta
– confezione di salviettine umidificate per uso neonatale
– cartella clinica della gravidanza completa di esami ed ecografie
– documenti personali e di identità
– fotocopia del gruppo sanguigno, ricerca HbsAg e tamponi vaginali
– eventuali terapie domiciliari se eseguite

Per il neonato 
– quattro completini (ognuno dei quali deve essere confezionato in buste singole trasparenti con l’etichetta recante nome del bambino) composti da:

  • (stagione estiva)
    camiciola; body intimo di cotone senza maniche; tutina intera o completino due pezzi di cotone manica lunga
  • (stagione invernale)
    camiciola; body intimo di cotone a maniche corte; tutina intera o completino due pezzi di ciniglia o cotone pesante

– una confezione di salviette umidificate per uso neonatale
– una copertina
– un asciugamano
– un cappellino
– calzini

Per ulteriori info clicca qui.

9SAN PIETRO FATEBENEFRATELLI

Per la mamma
– camicie da notte
– pantofole comode
– oggetti per toilette
– una confezione di mutandine in rete/carta
– una confezione di assorbenti da parto
– cartella con: analisi/documenti: ultime analisi effettuate, ecografie, ECG recente, tamponi vaginali e altri; accertamenti; esito della coprocoltura per la salmonella della paziente e della persona che dovrà assistere in sala parto (si offre l’opportunità al genitore di assistere al taglio cesareo programmato, munito di divisa monouso, reperibile presso la sanitaria della struttura – piano terra); eventuale consenso alla procedura di parto analgesia; documento d’identità e la tessera sanitaria valida; eventuale consenso per la donazione del sangue del cordone ombelicale

Per il neonato
il corredino deve essere pratico e confortevole, evitare l’utilizzo di tessuti sintetici, preferendo quelli naturali (cotone, lana, lino).
– 4 cambi confezionati in bustine singole con targhetta adesiva riportanti cognome e nome del bambino composti da: body intimo; calzini; coprifasce (maglietta); mutandina o ghettina

Per ulteriori info clicca qui.

10CITTA’ DI ROMA – CASA DI CURA

Per la mamma
– quattro camicie per il parto
– quattro mutandine a rete
– un pacco di assorbenti igienici svedesi
– una vestaglia
– un paio di pantofole
– due paia di calzini
– occorrente per la toilette personale
– i risultati di tutti gli esami (emato-chimici, ecografie, ECG, ecc.) effettuati nel corso della gravidanza compresa la scheda della visita anestesiologica con il consenso informato per l’anestesia peridurale
– documento di identità valido in originale con quattro fotocopie
– tessera sanitaria in originale con quattro fotocopie
– quattro fotocopie di un documento di identità valido del papà del neonato

Per il neonato
– quattro body o magliette a maniche corte
– quattro vestitini di lana o cotone
– quattro calzini di lana o cotone
– tre asciugamani
– due cappellini di cotone

Per ulteriori info clicca qui.

11CRISTO RE

Per la mamma
– reggiseno da allattamento
– camicia da notte
– vestaglia
– mutandine a rete
– un pacco di assorbenti di misura grande
 – detergente intimo

Per il neonato 
– quattro coprifasce e magliette 
– un cappellino al primo cambio
– calzettoni o scarpette
– due asciugamani Grandi (da viso)
– cambio per l’uscita
– pannolini 3/5 kg

Per ulteriori info clicca qui.