la scatola azzurra attività da fae in casa con i bambini e i neonati

Giochi da fare in casa con bambini molto piccoli: ecco come si fa la Scatola Azzurra, a cosa serve, quali materiali vi occorrono per costruirla

Sicuramente ne avrete sentito parlare, specie se il vostro bambino frequenta un asilo nido: la Scatola Azzurra è uno dei giochi più usati in contesti educativi per bambini sotto i tre anni. Vediamo a cosa serve, quali attitudini stimola e sviluppa e come costruirne una in casa.

Scatola azzurra: a cosa serve e come è nata

Un’esperienza coinvolgente ed emozionante, facilita la manipolazione, la sensorialità, l’immaginazione e l’espressività. Sabbia, sassi, terra, erba, acqua, conchiglie, attività che facilita la drammatizzazione del gioco e delle storie che la fantasia di ognuno può sprigionare rinforzando le abilità logiche e visive del bambino .

la scatola azzurra attività da fae in casa con i bambini e i neonati

A inventare la Sand Box fu una certa Dora Kalff – che su questa sua invenzione scrisse Il gioco della sabbia e la sua azione terapeutica, pubblicato nel 1974 – che capì che per un bambino giocare con sabbia e acqua era una grande esperienza a livello sensoriale, che dava al bimbo grande piacere e infinite possibilità. La Kalff era grande sostenitrice dell’importanze di mantenere il contatto fra bambino e natura, specie per scongiurare alcune nevrosi, soprattutto in un’epoca in cui le tecnologie cominciavano ad affacciarsi prepotentemente come forma di intrattenimento nella vita dei più piccini.

A importare la Sand Box in Italia è l’insegnante Paola Tonelli che le cambiò il nome in Scatola Azzurra per associarla subito al mare, al rumore delle onde, al flusso e il reflusso contante dell’andare e del venire, alla meraviglia della sabbia, della sua corposità, a tutto quello che il mare riesce a recuperare e portare a riva.

Scatola azzurra: come fare il gioco della scatola azzurra per bambini piccoli

la scatola azzurra

Avere a che fare con una Scatola Azzurra nel contesto del nido o anche casalingo aiuta il bambino a confrontarsi con la natura pur stando in un ambiente chiuso, lo aiuta ad esplorare se stesso attraverso la natura senza avere limiti e regole che invece solitamente noi adulti diamo: fai attenzione, non sporcarti, non toccare, quello no, adesso basta,ecc…

Sono tante le attività che un bambino attraverso la scatola azzurra può sperimentare:

sviluppo della manipolazione (maneggiare, prendere, spostare, toccare, immergere le dita nella sabbia e poi nell’acqua e viceversa)
sviluppo emotivo (stretto contatto con realtà legate al mare che per antonomasia rilassa e tranquillizza, il blu, la sabbia, le conchiglie)
sviluppo espressivo (drammatizzare, costruire storie, fiabe, avventure, paesaggi)
sviluppo del linguaggio (esprimersi, esternare, raccontare storie, creazioni, quadri)
sviluppo logico-matematiche (riflessioni e considerazioni di tipo logico-matematico)
sviluppo scientifico (costruzione di un micro ambiente o un laboratorio in cui svolgere esperimenti )

la scatola azzurra attività da fae in casa con i bambini e i neonati

Costruiamo una scatola azzurra tutta nostra

Scegliete un contenitore di plastica o di legno, poco importa, ma è necessario che sia abbastanza capiente e che non abbia pareti altissime altrimenti le braccette del bambino non arrivano, possono anche essere una serie di contenitori simili posti l’uno accanto all’altro, creando così diversi ambienti; se potete foderatelo di azzurro o coloratelo con colori atossici, più vi è il richiamo al mare e più il gioco renderà nel suo intento.

la scatola azzurra attività da fae in casa con i bambini e i neonati

Sul fondo del vostro contenitore ponete della sabbia (vera o cinetica, poco importa).

Potete lasciare uno spazio da una parte del contenitore in cui vi è dell’acqua (rilasciata da un vaporizzatore o versata dal bimbo con un dosatore) di modo che in quell’angolo la sabbia risulti essere umida, così il bambino ha la doppia esperienza manipolativa di sabbia asciutta e bagnata.

La sabbia ha di meraviglioso  la magia della duttilità, poichè essa cambia in continuazione: scrivi, cancelli, lasci tracce, impronte, bagni tutto e ricrei nuovamente. Il bambino si abitua da subito al cambiamento e alla trasformazione.

Gli elementi naturali da introdurre nella scatola azzurra

In un altro angolo del contenitore aggiungi elementi legati alla natura: bastoncini, sassolini, conchiglie, fili d’erba,rametti, foglie, fiori, ogni elemento nella sua diversità dona al bambino sensorialità differenti e lo porta ad avere emozioni nuove e specifiche con quel che la natura offre.

scatola azzurra

Dopo aver dato la possibilità al bambino di aggiungere elementi naturali, dategli la possibilità di accogliere nello spazio anche realtà per lui più quotidiane: casette, persone, alberi ecc… Sarà lui a creare il quadro paesaggistico che più lo rappresenta e ancor più bello sarà constatare che ogni giorno lo cambierà completamente, spostando, trasformando, aggiungendo, togliendo, scoprendo.

la scatola azzurra attività da fae in casa con i bambini e i neonati

La scatola azzurra non ha età, è adatta a tutti dal nido alle medie… e oltre!

La Scatola Azzurra si utilizza tantissimo al nido già dal primo anno di età, si usa moltissimo alla scuola dell’infanzia, ma anche alle elementari o alle medie.

Sicuramente per ogni età vi è un uso diverso con scopi didattici più mirati, ad esempio se alla scuola dell’infanzia si crea un micro ambiente tra conchiglie e rametti, sassolini e foglie unicamente come gioco libero del bambino che si ritrova a costruire spaziando con la fantasia, alla scuola media si potrebbe farlo con una consapevolezza diversa e mirando alla creazione di un esperimento vero e proprio.

Noi grandi non sottovalutiamo il potere salvifico della scatola azzurra, mettere le mani in pasta (ops… nella sabbia) avvolti da questo colore che richiama il mare quanto il cielo, rilassa e libera profondamente.

Non vi resta che provare, con la scusa di crearla per i vostri figli.

Regalatevi dieci minuti in cui giocarci anche voi, quando nessuno vi guarda e potete finalmente chiudere gli occhi e immaginare.