corso per imparare a suonare il piano e leggere la musica per bambini di 2 anni a roma aurelio

In partenza presso l’Accademia di Musica Suaviter, a Roma nel quartiere Aurelio, un corso di pianoforte e musica per bambini dai 2 anni in su che si ispira al metodo Little Piano School. Ma è davvero possibile insegnare a suonare a bimbi così piccoli? Mamma Silvia, che ha studiato musica, è andata a scoprirlo per voi!

ACCADEMIA DI MUSICA SUAVITER
Via Madonna del Riposo 46 – 066625841
SITO WEBPAGINA FB

ANCHE I BAMBINI MOLTO PICCOLI AMANO LA MUSICA. E IMPARANO.

Per Diana, e per tantissimi bambini della sua età, è brillabrilla. In realtà è Mozart, la Canzonetta.

Diana adora brillabrilla. Gira per casa cantandola in ogni modo. Se ha fame è pizza pizza. Se vuole giocare è palla palla. Sorvoliamo su cacca cacca, perché succede anche quello.

A volte mi metto al piano e comincio a suonarla. Se la suono sui tasti più acuti, Diana mi apostrofa con No, mamma… Grande, grande! E fa una voce che sembra quella di quando si imita il Lupo cattivo delle fiabe.

Così mi rendo conto che, semplicemente giocando con la musica da quando era piccola, Diana ha metabolizzato il concetto di grave e acuto, ma lo esprime a modo suo.

MUSICA A COLORI, IL CORSO DI PIANOFORTE PER BAMBINI DAI 2 ANNI DELL’ACCADEMIA SUAVITER A ROMA, AURELIO

E così ho incontrato con immenso piacere Veronica Nogas Sobrinho, mamma di due piccolissimi e insegnante di pianoforte dell’Accademia di Musica Suaviter.

Musica a Colori è il loro corso di musica e pianoforte, in partenza per bambini dai 2 anni.

Appena varcata la soglia mi sento subito a casa. In ogni stanza ci saranno almeno due o tre pianoforti e, per i piccolissimi, l’area di lezione e in una veranda attrazzata, piena di colore, giochi e due tastiere della misura giusta sulle quali Diana si lancia subito.

corso di pianoforte e musica per bambini di 2 anni a Roma 3

A ROMA L’UNICO CORSO PER IMPARARE A LEGGERE LA MUSICA DAI 2 ANNI

Veronica mi racconta subito di aver scoperto questo metodo che gira per il mondo da oltre 40 anni, ma che al momento non c’è a Roma. Incredibile!

Musica a colori si ispira al Metodo Little Piano School è stato ideato da Kim Monika Wright oltre 40 anni fa ed è un metodo davvero rivoluzionario nella didattica musicale. E Veronica lo conosce bene visto che è sua allieva: la rarità di questo metodo, infatti, dipende dal fatto che Kim lo custodisce come una cosa preziosa, come è giusto che sia, e forma personalmente tutti gli insegnanti Little Piano School.

Lei lo definisce un metodo olistico, addirittura, perché parte dall’anima del bambino. Ed è vero: quante volte ci siamo commossi guardando un film per colpa della colonna sonora? La musica è emozione. Kim ha aperto scuole in tutto il mondo: la sede principale è Udine, poi ci sono Torino, Milano, una in Turchia, due in Germania, una in Corea.

COME INSEGNARE AI BAMBINI PICCOLI A SUONARE IL PIANOFORTE E LEGGERE LA MUSICA

Questo metodo mette al centro della lezione il bambino, la sua naturale propensione alla musica per far sì che sviluppi naturalmente musicalità e sensibilità artistica.

L’allievo è parte integrante della didattica, poiché le lezioni si sviluppano con lui e per lui.

Esistono vari libri di Kim, editi in Italia da Curci, ma la realtà è che la signora Wright costruisce la lezione a partire dal suo metodo, ma facendola evolvere a seconda della risposta dei bambini. E così si farà alla Suaviter.

COME FUNZIONA IL METODO PER L’INSEGNAMENTO DELLA MUSICA AI BAMBINI PICCOLI

Le lezione è collettiva e dura un’ora, senza la presenza dei genitori (si sa, noi siamo un fattore di distrazione!). Si comincia con un momento di gioco, ascolto, ballo, suonando piccoli strumenti e giocando con tessuti colorati, un po’ come coi metodi Gordon o Orff.

Subito poi si passa agli accordi, per comprendere tonalità maggiori e minori. Un concetto apparentemente complesso ma che in realtà corrisponde all’immediatezza delle emozioni: la tonalità maggiore richiama l’allegria, quella minore la tristezza.

corso di pianoforte e musica per bambini di 2 anni a Roma 2

COME INSEGNARE A BAMBINI MOLTO PICCOLI A LEGGERE LA MUSICA

Quindi si passa alle note: ed ecco che ci vengono in aiuto colori e… orsetti!

Sì, avete capito bene: gli orsetti che vedete nella foto hanno ciascuno un fiocco di colore diverso. E il meccanismo è semplice: l’orso Do è azzurro, l’orso Re è verde e così via.

corso di pianoforte e musica per bambini di 2 anni a RomaLa tastiera viene resa quindi facilmente interpretabile per associazione, con adesivi di colore corrispondente. Si parte dal Do centrale – al centro della tastiera – e si colorano le altre note.

Ora: vi hanno mai detto che non bisogna storpiare le parole con i bambini o usare troppi nomignoli perché poi dovranno fare la fatica di imparare nuovamente la parola giusta?

Con la musica avviene la stessa cosa, ed è per questo che dal do centrale si scende verso i suoni più gravi, scritti in chiave di basso, e si sale verso quelli più acuti, scritti in chiave di violino. Né più né meno di come tutti i musicisti del mondo leggono le note.

LEGGERE LE NOTE E IMPARARE IL RITMO A DUE ANNI

corso di pianoforte e musica per bambini di 2 anni a Roma diana
Diana entra subito in azione “Orso Sol… io te lancio sul tappeto, tiè!”

Li ho visti gli spartiti di questo metodo: sono gli spartiti dei grandi, ma pieni di colore. Riportano perfino notazioni di dinamica, così si chiama la parte di musica che ne determina l’interpretazione: quella cosa va suonata piano quasi sussurrata, l’altra fortissima come se gli elefanti camminassero sul pianoforte, un’altra ancora staccata, quasi pizzicando i tasti come scottassero.

Il ritmo viene insegnato ai bambini con le fette di pizza… geniale!

Così con l’orso Do che indossa un fiocco azzurro i bambini imparano che sulla tastiera e lo spartito il Do è azzurro, un accordo minore è un orso triste, si suona lo staccato saltellando e via così…

È DIFFICILE INSEGNARE MUSICA E PIANOFORTE A UN BAMBINO? È SOLO UN’ALTRA LINGUA…

Molti di voi saranno increduli, ma pensate a quante informazioni sulla lingua madre (e, per chi fa inglese, anche su un’altra lingua) ha incamerato il vostro bambino dal momento della nascita.

A quest’età per loro la musica è semplicemente un altro linguaggio (e questo lo sostiene anche il metodo Suzuki: i bambini apprendono la musica come la loro lingua madre, se gliela si propone dal principio).

Veronica, la nostra bravissima insegnante e mamma di una spassosa bimba di due anni che a questo punto della conversazione si è messa a suonare a quattro mani con Diana, si è definitivamente convinta quando si è accorta di quanto funzionasse la scuola di inglese sulla sua bimba.

La ripetizione costante delle nozioni semina a un livello quasi inconscio nella mente dei vostri bambini, riemergendo col tempo come una cosa acquisita a livello profondo.

little piano school metodo per leggere la musica e suonare il piano dai due anniDarete così ai vostri figli la possibilità di avere con la musica la stessa dimestichezza che hanno con l’italiano (e di non chiudere il piano dopo 8 anni di studi, come la sottoscritta, perché svenivo in pubblico).

Dovranno diventare necessariamente dei musicisti? Perché fargli studiare musica? A questa domanda ognuno darà la propria risposta. La mia, da pseudo-musicista, è che una passione, nella vita, ti salva sempre e un’arte, la musica in particolare, farà di loro persone più felici, rotonde, complete e capaci di esprimere le loro emozioni.

Non vi resta che contattare l’Accademia Suaviter e unirvi alla classe di piccoli musicisti in partenza!

Nel video Lang Lang, uno dei più grandi pianisti al mondo, visita una delle due scuole Little Piano School che Kim ha creato in Germania. Dare il cinque a due anni a Lang Lang… wow! (d’altronde Lang Lang ha iniziato a due anni, folgorato da un List infilato in un episodio di Tom&Jerry