Corsi per bambini a Roma Gymboree Play&Music
Corsi per bambini a Roma Gymboree Play&Music

Tornano i corsi di Gymboree Play&Music che, con ben 4 sedi in giro per la città, offre ai nostri piccolissimi tanta musica, gioco, psicomotricità, arte, inglese e un programma speciale di stimolazione sensoriale per bambini da 0 a 6 anni. Al Fleming, Parioli, Barberini e ora anche dal nostro amato Babù a Furio Camillo

 

Gymboree Play&Music
a world of learning through play!
www.gymbo.it | [email protected] | +393282367506

Di Gymboree Play&Music abbiamo già parlato qui dopo una divertentissima lezione di musica alla quale abbiamo partecipato prima dell’estate da Babù, nuova sede dei corsi di questa organizzazione internazionale sinonimo di qualità per lo sviluppo dei bambini e che conta più di 700 centri in 40 paesi del mondo.

Qual è la filosofia di Gymboree Play&Music? Il credo fondamentale di questa organizzazione è che gioco e apprendimento siano inestricabilmente collegati.

La sede principale, l’unica in Italia con il Playfloor l’esclusiva palestra attrezzata
Gymboree Play&Music, si trova all’interno del Fleming Home – The Family Club
(www.fleminghome.it), il circolo perfetto per grandi e piccini, con campi da tennis,
giardino, piscina, area giochi all’aperto, bar, ristorante e parcheggio privato!

Ed ecco i corsi perfetti per i nostri piccolissimi da 0 a 3 anni che anche quest’anno verranno organizzati da Gymboree Play&Music

Programmi con la partecipazione attiva di un adulto:
SENSORY BABY PLAY: stimolazione sensoriale per neonati (0-6 mesi)
PLAY & LEARN: gioco-psicomotricità (livelli da 6 mesi a 5 anni)
MUSIC (classi dai 6 mesi ai 5 anni)
ART (18 mesi – 5 anni)

Programmi drop-off, senza la presenza dei genitori:
ENGLISH SCHOOL SKILLS: il pre-scuola flessibile (2 – 4 anni)

Le sedi dei corsi (clicca sul nome della sede per vedere programmi e orari)
Fleming Home: Via Guido Banti  40 (Fleming)
Teatro Parioli: Via Giosuè Borsi, 20 (Parioli)
Pianeta Minori: Via Rasella, 150 (Barberini)
Babù: Via Carlo Denina, 18 (Colli Albani-Furio Camillo)

NB. Gli iscritti presso la sede principale potranno usufruire dei servizi del circolo
Fleming Home – The Family Club (bar, ristorante, parcheggio, giardino, area giochi,
aree comuni, wi-fi)

Orari e sedi 2018-19: http://www.gymbo.it/it/timetable.html
Form richiesta lezione di prova (prenotazione obbligatoria):
http://www.gymbo.it/it/register.html

gymboreeparty.jpg

 

Articolo precedenteLa città in tasca: cultura, spettacolo, gioco per i bambini di Roma. Anche 0 – 3 anni.
Articolo successivoI Baby Laboratori per bambini dai 15 ai 36 mesi di Tana Libri per Tutti
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…