musica e massaggio per bambini corso roma nord 2

Open day sabato 21 settembre per questo nuovo e innovativo corso “Il contatto che canta, il contatto che conta” a cura di Danila Grande e Francesca Scaglione. Giochi musicali e contatto corporeo in 6 magnifici appuntamenti durante i quali consoliderete la relazione con il vostro bambino nel suo primo anno di vita

IL CONTATTO CHE CANTA IL CONTATTO CHE CONTA
presso l’Associazione Musica Nova
Via Cassia, 927 (Tomba di Nerone)
0630361100 – SITO WEB

Fra i primi ricordi della mia vita ci sono sicuramente le coccole con mia mamma sul lettone, fatte di baci, abbracci, carezze e… canzoncine! Ad ogni persona della mia vita è legato, nei miei primissimi ricordi di bambina di 2 o 3 anni al massimo, un profumo che esplodeva negli abbracci e sicuramente una musica che loro avevano sempre cura di regalarmi.

Mia madre inventava canzoni, mio padre mi faceva ballare Glenn Miller sul tappeto, mia nonna intonava canzoni degli anni ’30, mia zia cantava canzoni scherzose con voce melodiosa, e quello che in qualche modo fu mio nonno, un caro amico di famiglia, era l’unico in grado di suonare la chitarra che abitava solitaria nel nostro salotto.

Sono immagini che ancora, a 41 anni, mi scaldano il cuore nei momenti tristi e di nostalgia. La prima cosa che ricordo di aver fatto per mio fratello appena nato è stata proprio cantare.

Così non posso far a meno di raccontarvi di questo nuovo e bellissimo corso che prenderà vita in zona Roma nord – Tomba di Nerone il prossimo sabato 21 settembre a cura dell’oramai amata e conosciuta a tutti gli amici di Roma03 Francesca Scaglione, musicista dell’ensemble Di Concerto con Mamma e Papà, e Danila Grande.

“Il contatto che canta, il contatto che conta”: un percorso in 6 appuntamenti per genitori e bimbi nel loro primo anno di età.

6 appuntamenti volti a consolidare la relazione genitore/bambino nel primo anno di vita attraverso il contatto tattilo-sonoro.

musica e massaggio per bambini corso roma nord
Francesca Scaglione durante i corsi di musica per piccolissimi

Di cosa si tratta? Di un’esperienza di massaggio sonoro che fa parte di un progetto a respiro nazione, attivo nel Lazio e in Emilia-Romagna (Associazione Chorus di Cesena a cura di. L. E. Ciracò e N. Bettini).

Immaginate di essere appena nati, usciti da un luogo sicuro e raccolto, e di dover capire il mondo, entrarci in contatto, sviluppare gli strumenti per capirlo. Un’esperienza di questo tipo aiuterà il bambino a costruire relazioni e contatti profondi con i suoi genitori, ed anche a sentirsi sicuro e avere strumenti per leggere il mondo ed esprimersi.

Attraverso semplici condotte ludico corporee e giochi musicali, Danila Grande e Francesca Scaglione vi guideranno in un viaggio alla scoperta e l’utilizzo del contatto corporeo, della voce e delle vostre preziose capacità di Ascolto e di Relazione, che vanno ben oltre la parola.

Vi ho incuriositi? Approfittate dell’OPEN DAY che si terrà la mattina del 21 settembre presso l’Associazione Musica Nova in Via Cassia 927 (prenotate: 063061100). Danila e Francesca saranno a disposizione per rispondere a tutte le vostre domande.

musica e massaggio per bambini corso roma nord 3

Articolo precedenteInaugurato a Verona il Museo dei Bambini da 0 a 12 anni
Articolo successivoCosa fare a Roma con bambini da 0 a 3 anni nel weekend del 14 e 15 settembre 2019
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…