Letture d’estate riapre i battenti anche quest’anno in quel di Castel Sant’Angelo e anche quest’anno aspetta noi e i nostri bimbi con libri meravigliosi, area giochi, letture e eventi

LETTURE D’ESTATE
www.letturedestate.it
Giardini di Castel Sant’Angelo
dal 20 giugno al 1° settembre

Lo scorso anno ve l’abbiamo raccontato: abbiamo passato stupende serate estive a Letture d’Estate 2018, con Diana che si apprestava a compiere i due anni e noi che morivamo di caldo a correrle dietro.

giochi_letturelungoilfiume_areabambini_estateromana
L’area bambini di Letture d’Estate 2018

E per fortuna Letture d’Estate, torna nell’edizione 2019 dal 20 giugno al 1° settembre, sempre nei giardini di Castel Sant’Angelo, sempre con tantissimi appuntamenti per bambini.

E non si contano nemmeno i tanti appuntamenti per gli adulti, fra letture, presentazioni di libri e concerti di ogni tipo. Di questi ultimi possono tranquillamente godere anche i bambini mentre agli appuntamenti a base di libri si può partecipare a genitori alterni come abbiamo fatto noi lo scorso anno: uno nell’area giochi con la bimba, l’altro comodamente seduto ad ascoltare.

L’anno scorso a Castel Sant’angelo con un tramonto così bello che papà ha fatto il fuoco su quello…

E per i bambini?

Dal 30 giugno ci sarà il Festival del gioco da 0 a 115 anni, dieci giorni in cui i viali dei Giardini di Castel Sant’Angelo saranno teatro di balocchi e giochi per tutte le età.

La Biblioteca Centrale Ragazzi, invece, dal 1° al 14 luglio organizzerà spettacoli, visite guidate, cacce al tesoro, workshop, laboratori e incontri e una mostra “Gli alberi danzanti” in collaborazione con Korean Foundation for International Cultural Exchange.

Anche quest’anno ci sarà un’area giochi per i bimbi, anche quelli piccolissimi (lo scorso anno c’era il fasciatoio, e penso anche quest’anno), con tante attività e laboratori in collaborazione con Orso Ludo e con le nostre amate librerie indipendenti per bambini L’Ora di Libertà e L’Isola non Trovata che anche quest’anno cureranno la selezione di libri per bambini e potrete arricchire le librerie dei vostri piccoli, lasciandovi consigliare (andate tranquilli!).

letture d'estate manifestazione per famiglie con bambini estate romana castel sant'angelo libri

Ci saranno le letture a juke box e il festival il Tempo di giocare.

Disseminati per tutto il percorso, come ogni anno, calcio balilla, scacchi giganti, ping-pong e aree ristoro (che quest’anno saranno armate di posate compostabili: Letture d’Estate, infatti, sarà una manifestazione sempre più attenta alla natura).

letture d'estate manifestazione per famiglie con bambini estate romana castel sant'angelo libri

Citiamo qui alcuni eventi interessanti per i nostri bambini:

Ogni lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica alle ore 17.30 laboratorio d’arte per bambini a cura di Artingegno.

Ogni giovedì, sabato e domenica alle ore 18.30 “Libri in gioco” laboratorio a cura delle librerie L’isola non trovata e L’ora di libertà.

letture d'estate manifestazione per famiglie con bambini estate romana castel sant'angelo libri

Ogni venerdì dalle 17.30 e ogni domenica dalle 10.30 “Letture a juxe box” a cura delle librerie L’isola non trovata e L’ora di libertà.

Ci saranno le letture dell’Ape della Biblioteca Centrale, a cura del bravissimo Pino Grossi, e laboratori curati dalla Casina di Raffaello, spettacoli di Kamishibai e laboratori delle Biblioteche di Roma, i laboratori del progetto Un nido di libri e quelli creativi di Artingegno. Insomma, ci aspetta una grande estate!

Qui potete scaricare tutto il programma dedicato ai bambini, dal 20 giugno al 15 luglio.

 

 

Articolo precedenteCosa fare a Roma con bambini da 3 a 6 anni nel weekend dal 14 al 16 giugno 2019
Articolo successivoCome togliere il pannolino a un bambino: guida allo spannolinamento
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…