toccare la bellezza mostra munari montessori bambini 10

La mostra dedicata a Maria Montessori e Bruno Munari dal Palazzo delle Esposizioni, aspetta voi e i vostri bambini fino al 27 febbraio 2022 con ingresso gratuito! Papà Giordano e il piccolo Lorenzo sono andati in avanscoperta per Roma03

TOCCARE LA BELLEZZA
Maria Montessori e Bruno Munari
Sito Web

Da un pezzo sentivo parlare di questa mostra che ancora non sono riuscita ad andare a vedere ma poi c’è… Whatsapp! E proprio qualche giorno fa il mio vecchio compagno di banco Giordano, papà super attento e creativo, mi manda delle foto in compagnia del piccolo Lorenzo. Riconosco subito il set dove i due si sono immortalati, “Ma certo, la mostra Montessori Munari!”

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini

TOCCARE LA BELLEZZA La mostra su Montessori e Munari a cui avvicinare i bambini

La mostra gli è piaciuta, partiamo da questo dato sicuramente molto utile. Un paio di sale, di cui una piuttosto grande con tante cose da vedere e alcune con le quali i bambini possono interagire. A detta di papà Giordano non moltissime, ma per onesta “Lorenzo, 2 anni e mezzo, lì dentro ci avrebbe tranquillamente passato delle ore!”. 

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini 10

E dalle foto effettivamente traspare la gioia della sperimentazione, il gusto per il tentativo del nostro piccolo Lorenzo che smonta, monta e incastra forme grandi e piccole.

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini 2

TOCCARE LA BELLEZZA la mostra sul senso del tatto, anche per bambini

Un senso che, come si legge nella presentazione della mostra, è stato duramente colpito durante questa emergenza sanitaria.

La Mostra è stata ideata dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona in collaborazione con la Fondazione Chiaravalle Montessori, Associazione Bruno Munari, organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo, promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, con il prezioso contributo dell’Opera Nazionale Montessori, e promossa da Roma Culture all’interno del programma dell’Estate Romana 2021.

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini

Nell’esposizione troverete pensiero e materiali di Maria Montessori e progetti e lavori originali di Bruno Munari, per la prima volta insieme in un’esposizione: sì, perché pur partendo da formazione e esperienze completamente diverse, questi due personaggi trovano il loro punto di incontro proprio nel tatto.

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini

L’allestimento è stato pensato da Fabio Fornasari che ha deciso di costruirlo attorno a cinque nuclei tematici: forme, materiali, pelle delle cose, alfabeti e narrazioni tattili, manipolare e interagire.

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini

Nella mostra sono esposte più di 30 opere originali e lavori editoriali di Bruno Munari, fra cui la Scimmietta Zizì un giocattolo di design molto originale che vinse il premio Compasso d’Oro, mentre di Maria Montessori viene presentato il modello educativo che alcuni oggetti storici prestati per la prima volta dall’Opera Nazionale Montessori di Roma.

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini

Speriamo che questa pandemia ci lasci ancora un po’ di spazio perché, a partire dall’autunno, è prevista l’organizzazione di alcuni laboratori didattici per le scuole e le famiglie. Ovviamente non può mancare un bel catalogo edito da una delle mie case editrici preferite, Corraini.

Che dire di più? Non vi resta che… andare a toccare con mano!

toccare la bellezza mostra munari montessori bambini

Articolo precedenteIL POZZO AI MASSIMI Ristorante per famiglie con bambini all’aria aperta sulla Portuense
Articolo successivoCosa fare con i bambini a Roma nel weekend del 10 e 11 luglio 2021
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…