Cinema per famiglie con bambini da 0 a 18 mesi
Cinema per famiglie con bambini da 0 a 18 mesi

L’Associazione di Volontariato Genitori in Città raccoglie l’eredità del Cinemamme e, in collaborazione col Cinema Aquila, offre appuntamenti cinematografici mattutini a misura di genitori e bebè!

Al cinema con i bambini
Genitori al cinema

CINEMA AQUILA
Via L’Aquila, 66-74
https://www.cinemaaquila.it/
Dal 25 settembre, con cadenza mensile

Quanto ho desiderato andare al cinema, sia durante la gravidanza, visto che ero a riposo forzato, sia quando è nata Diana. Sono riuscita ad andare a vedere un film sul grande schermo una sola volta negli ultimi due anni, lasciando Diana già deambulante a mia madre: talmente l’emozione che mi sono ritrovata a guardare lo schermo con gli occhiali da sole graduati, avendo scordato quelli da vista a casa. Proprio durante i primi mesi di vita di mia figlia ero a caccia di notizie circa quello che una volta era stato il Cinemamme, progetto della Città delle Mamme nato nel 2009, e che si era purtroppo interrotto e che rinasce per fortuna a settembre.

AL CINEMA CON NEONATI E BAMBINI

Genitori al cinema propone, come il Cinemamme, uno spazio dedicato ai neogenitori al Cinema Aquila, e naturalmente anche a nonne e nonni, zi e zii, con bebè da 0 a 18 mesi, per la visione di film e documentari. Il cinema offre un ambiente accogliente e rilassato adatto alle esigenze dei più piccoli con proiezioni a volume ridotto e a luci soffuse; lo spazio è inoltre attrezzato con scalda-biberon al bar e un comodo fasciatoio fornito di pannolini e salviette in bagno.

Anche i passeggini e le carrozzine sono benvenuti, possono essere introdotti direttamente nella sala della proiezione o parcheggiati comodamente fuori dalla sala.

APPUNTAMENTI PER NEOGENITORI AL CINEMA AQUILA, PIGNETO

Le proiezioni sono precedute da incontri dedicati ai temi della genitorialità, ulteriore momento di condivisione e confronto per neomamme e neopapà. Il prezzo del biglietto è agevolato.

Prossimo appuntamento con Genitori al cinema:

STANLIO&OLLIO – 28 maggio 2019

Prossimo appuntamento con Genitori al Cinema: martedì 28 maggio, con la pellicola Stanlio & Ollio, di Jon S. Baird, con John C. Reilly, Steve Coogan. Il film sarà proiettato in v.o. con sottotitoli.

I passeggini e le carrozzine possono essere introdotti direttamente nella sala della proiezione o parcheggiati nell’ingresso. La finalità del progetto è fornire ai neogenitori, in particolare a quelli in congedo, un momento di svago e socializzazione fra persone adulte che rispetti anche le esigenze dei bebè, per garantire il benessere di tutte e tutti. Le proiezioni sono precedute da incontri dedicati ai temi della genitorialità, ulteriore momento di condivisione e confronto per neomamme e neopapà.

Il prezzo del biglietto è di 5€

 

 

Articolo precedenteIl mini panettone decorato: corso conletture e degustazioni per famiglie e bambini dai 18 mesi
Articolo successivoLibri per lo spannolinamento: vasino, cacca, pipì, mutande e tante storie divertenti! – prima parte
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…