Family bar con area giochi per bambini a Roma
Family bar con area giochi per bambini a Roma

Bar, sale da tè, caffetterie, bistrot per bambini a Roma e dintorni: per la colazione in famiglia, una merenda con i bambini, un caffè con le amiche e carrozzina al seguito o semplicemente per comprare un dolce e coccolarsi con aree giochi per i bimbi, seggioloni o un fasciatoio per ogni evenienza!

COLAZIONE E MERENDA FAMILY BAR 1° PARTE

1ROSTI (Pigneto)

via Bartolomeo d’Alviano 65
http://www.rostialpigneto.it/

Da Rosti, già menzionato in questo sito per brunch e fra i ristoranti family friendly, si può anche fare colazione a partire dalle 9 del mattino. Ma non una colazione così, una di quelle colazioni che piacciono a me che sembrano un pranzo di Natale, a scelta fra italiana, iberica, inglese e nord europea. Anche nel pomeriggio non mancano tè e merende gustose, il tutto con la bella stagione nel parco esterno con i giochi a disposizione di piccoli e piccolissimi.

2VIVI BISTROT VILLA PAMPHILI (Monteverde)

Ingresso Via Vitellia 102
https://www.vivibistrot.com/
https://www.facebook.com/vivibistrot/

Splendido bistrot immerso nel parco più grande di Roma, dove potrete gustare colazione e merenda a base di proposte sane, genuine e golosissime: succhi biologici, centrifughe fantasiose e estratti, ma anche frullati, tè e caffetteria. Colazione all’americana con toast, bacon e uova, oppure un vasto assortimento di dolci deliziosi fra cui scones serviti con panna e marmellata, pancakes con sciroppo di acero, tarte tatin, brownies al cioccolato e molti altri ancora. E poi gelati e yogurt serviti con frutta e cereali. Seggioloni a disposizione dei piccoli e fasciatoio in bagno, il tutto di fronte all’area giochi.

Leggi qui la nostra recensione del Vivi Bistrot Villa Pamphili

3DREAMS WORLD CAFE’ (Monteverde)

Circ.ne Gianicolense 317
https://dreamsworldcaffe.metro.bar/
https://www.facebook.com/DreamsWorldcaffe/

Piccolo e delizioso bar gestito non a caso da due neogenitori! Qui, a due passi dal capolinea dell’8 e di un grande punto vendita Rocco Giocattoli, potrete sedervi al chiuso o all’aperto e far divertire i vostri piccoli nell’area giochi esterna pensata proprio per loro.
Erba sintetica a terra, casetta e miniscivolo a disposizione, mentre per mamma e papà tantissime gustose proposte per la colazione, pranzo, merenda e aperitivo a prezzi vantaggiosissimi. Da segnalare i dolci, fra cui ottime torte, muffin e biscotti alla canapa con marmellata di melograno.

4TOTEM GARDEN BAR (Monteverde)

Largo Alessandrina Ravizza 1A
https://www.facebook.com/totemchioscobar/

E andiamo con un bar che non è propriamente un bar per famiglie, ma che lo diventa in un attimo trovandosi all’interno di un parco giochi, compreso fra una scuola e la libreria per ragazzi Dorfè. Il Totem si trova dentro il parco di Largo Ravizza, pieno di giochi, con una piccola giostra e mini gonfiabili, raggiungibile con il tram 8. Aperto dalla colazione, a volte l’orario si prolunga fino a dopo cena per le più svariate iniziative che vanno dagli apertivi musicali alle presentazioni di libri (insomma facendo a turni con altalene e scivoli, riuscirete nel contempo a fare qualcosa da adulti!)

5LADY B (Ostia)

Viale dei Romagnoli 205
PAGINA FACEBOOK

NEW! – Nuova entrata per la nostra lista di post perfetti per la colazione e la merenda, anche se qui ci sono anche ottime soluzioni per pranzo e cena.
Lady B è bakery, bar e burger con ampia sala giochi attrezzata e sala bakery/fast food, dove si possono fare anche feste di compleanno. Aperto a pranzo, colazione, cena tutti i giorni tranne il lunedì.

6QVINTO (Tor di Quinto)

Parco di Tor di Quinto
http://www.qvintoroma.it/

Anche questo già citato da noi fra i ristoranti family friendly, Oltre si trova all’interno del Parco di Tor di Quinto: potrete quindi fare colazione o merenda sulle sponde del laghetto all’interno di una grande area verde con parco giochi attrezzato.

7IL RISTORO DI TOR FISCALE (Quadraro)

Via dell’Acquedotto Felice 120
http://www.ristorodelfiscale.it/
https://www.facebook.com/ristorocasaledelfiscale/

All’interno del parco di Tor Fiscale, proprio sotto il grande acquedotto, c’è un casale-ristorante dove nel fine settimana e durante le festività si possono gustare specialità biologiche e a km 0 in formula ristorante, ma anche fare colazione o merenda bar-bistrot nel che offre caffetteria, aperitivi, bevande naturali, tisane con le erbe aromatiche del parco oppure biscotti dolci o salati in confezione take away o cestini da picnic da gustare nell’angolo di parco che preferite. E per i fratellini più grandi, occhio alla pagina Fb dove trovere tante proposte di laboratori, giochi e centri estivi (col bravissimo Cosimo: conosco e garantisco!).

8CICLOSTAZIONE FRATTINI

Via P. Frattini 136/138
http://www.ciclostazionefrattini.it/colazione-merenda/

Altro posto molto amato per il brunch da Roma03, alla Ciclostazione si può anche fare colazione o merenda, grazie alla caffetteria sempre aperta dove troverete cornetti, anche integrali e vegani, crostate fatte in casa e altri lieviti, accompagnano caffè, cappuccini, tisane, spremute e centrifughe di frutta fresca. Preparatevi a comode poltrone, giornali e quotidiani e, come recita il sito: Se invece sei una mamma, o una nonna, che vuole prendere un caffè in santa pace, non dimenticare che i nostri baby park sono sempre aperti. Per una colazione o una merenda in relax e divertimento per i più piccoli.

COLAZIONE E MERENDA FAMILY BAR 1° PARTE

 

Articolo precedenteWeekEnd al mare (e un po’ di campagna) coi bambini a Capalbio e dintorni
Articolo successivoGymboree Play&Music Roma: sviluppo, gioco e apprendimento per bambini da 0 a 5 anni
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…