Family bar per famiglie con bambini a Roma e dintorni
Family bar per famiglie con bambini a Roma e dintorni

Bar, sale da tè, caffetterie, bistrot con giochi e aree bambini a Roma e dintorni: per la colazione in famiglia, una merenda con i bambini, un caffè con le amiche e carrozzina al seguito o semplicemente per comprare un dolce e coccolarsi con aree giochi per i bimbi, seggioloni o un fasciatoio per ogni evenienza!

Family Bar, colazione e merende con bambini a Roma – 2° parte

Bar, sale da tè, caffetterie, bistrot per bambini e neonati a Roma io le conosco tutte!

A livello gastronomico, ho dei ritmi che un neonato mi fa un baffo con lo stantuffo! Mangiano ogni 3 ore? Pfui, principianti. Io magno ogni due ore: potrei tranquillamente vivere in un kaiten sushi, purché non mi facciano trovare solo pesce crudo sul nastro. Infatti dico sempre che mangio a nastro, è l’immagine che più mi rappresenta. Quindi per me la colazione (le colazioni) e la merenda sono SACRE!

Ergo, specialmente durante il primo anno di vita di Diana durante il quale sono stata una mamma a tempo pieno, andavo a spasso per la città e l’assetto da guerra era solitamente cornetto/pastarella/paninetto/spuntino la sottoscritta, tetta la piccoletta (non a caso di molti ci sono recensioni dedicate).

Ho scoperto così un sacco di posti dove fare merenda e colazione con i piccolissimi. Molti sono nati dopo, tanti, spero, ne scoprirò ancora!

1BABÙ (Furio Camillo)

Via Carlo Denina, 18
https://www.facebook.com/babudazeroacento/
http://www.ba-bu.it/
Cominciamo con uno dei più amati Family Bar di Roma! A portata di MetroA questo posto delle meraviglie non è solo bar, ma anche un posto perfetto per la merenda, per l’aperitivo e per il brunch nel fine settimana o la festa del vostro piccolissimo. Area giochi, perfetta per i bimbi sotti i tre anni, tante attività, ottimi dolci, centrifughe, frullati e gelati, area shop e piccolo cortile in estate. Fasciatoio e bagno a misura per bambini.

Leggi qui la nostra recensione di Babù

2FILÒ, CAFFETTERIA LIBRI E GIOCHI (Bravetta/Pisana)

Via Dei Carraresi, 37-39 (Bravetta)
https://www.facebook.com/filocaffetterialibreria/

Un altro posto dove ho adorato fare colazione con tutta la mia famiglia è Filò: ottima scelta di cornetti, dolcetti, sfizi, panini, tramezzini, caramelle e beveraggi, Filò è un ottimo posto dove fare colazione il sabato mattina e prendersela comoda mentre i bimbi giocano nell’apposita area fra tavolini a misura, pannelli sensoriali e costruzioni. Tante le attività proposte, possibilità di fare l’aperitivo e di organizzare feste a tema. 

Leggi qui la nostra recensione di Filò

3L’ISOLA NON TROVATA (Monteverde/Portuense)

Via Dante De Blasi, 104
www.lisolanontrovata.it
youtube – facebook

Qui pure siamo di casa: bellissimo e grande spazio con tante attività non solo per bambini piccoli e grandi, ma per tutta la famiglia. E per farvi sentire davvero come a casa vostra, le menti dietro l’Isola hanno pensato bene di affiancare alla grande sala un piccolo bar dove fare colazione o merenda nell’attesa magari di partecipare a Family Yoga, acquistare un gioco o un libro (ottima scelta e chiedete consiglio a Giovanni!), o semplicemente lasciar disegnare e leggere i vostri piccolissimi nello spazio a loro dedicato.

Leggi la nostra recensione de L’isola non trovata

4TIPI (Pigneto)

Via Gentile da Mogliano 168/170
https://www.facebook.com/tipipigneto/

Amatissimo family bar romano in zona pigneto, da Tipo organizzano una marea di eventi e corsi per mamme in attesa e piccolissimi. Un posto non solo per bere e mangiare, ma dove trovare scarpine, giochi, libri, costumini e oggetti di design particolarissimi e utili scelti con cura. Ovviamente tutti pensati per la famiglia. E se volete, Tipi si trasforma nella location ideale per la vostra festa.

5GLI SPRIZZATI (Ostia)

Via Carlo Marenco di Moriondo 19/21
https://www.facebook.com/glisprizzati/

Bar a Ostia segnalatomi sapientemente da una mamma: un posto dove fare una dolce colazione, una merenda, un aperitivo o riempirsi la panza con l’apericena e nello stesso tempo far giocare i propri figli. E ogni tanto,  soprattutto per i fratellini più grandi, si organizzano corsi, incontri e letture. Anche qui potete organizzare la festa dei vostri piccoli.

6MILLEFOGLIE (Appio Latino)

via Raffaele de Cesare 83
https://www.facebook.com/millefogliemacaronstea/

Quando mamma Benni ed io giravamo con le due nane che erano ancora delle miniature non scorazzanti, spesso andavamo a rilassarci in questa sala da tè che consiglio vivamente a tutte le mamme in attesa e a quelle con bimbi piccolissimi. I dolci sono deliziosi, i macaron una gioia per occhi (come gli arredi del locale) e gola, l’angolo divanetto comodissimo e c’è lo spazio per i passeggini. Ultimamente hanno anche organizzato un corso di punto croce per future mamme. In bagno, fasciatoio pulitissimo, spazioso e comodo (testato da Diana). Aperto tutti i pomeriggi, il sabato anche la mattina e il venerdì pomeriggio c’è l’aperitivo vegan.

7BOTTEGA IOLI (Monteverde)

via Raffaele Balestra 11A
http://bottegaioli.it/
https://www.facebook.com/bottegaioli/

Piccola variazione sul tema, che merita comunque assolutamente di essere menzionata: nel cuore di Monteverde una piccolissima e ottima pasticceria e gelateria da asporto che ha pensato anche a noi. Infatti, mentre siete in attesa di ritirare il vostro dolce pacco, c’è un piccolo tavolo dove i vostri bambini potranno aspettare giocando o leggendo. Ovviamente è un posto ideale per ordinare una torta di compleanno! (e accanto c’è un negozio di abbigliamento nuovo e usato per bimbi, Alice e Mafalda)

 

Articolo precedenteRistoranti per bambini a Roma e dintorni – 4° parte
Articolo successivoWeekEnd al mare (e un po’ di campagna) coi bambini a Capalbio e dintorni
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…