brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante-2

Il Brunch domenicale è un’abitudine a cui le famiglie con bambini di Roma si stanno affezionando sempre di più. E spunta allora, proprio a fagiolo, una distesa di cibo e un’area bimbi perfetta per i piccolissimi: è Exe Roma, il nuovo brunch family friendly della capitale con tante accortezze per noi!

EXE ROMA
Viale della Civiltà Romana, 1 – 3331818498
PAGINA FBSITO WEB

Cominciamo dalla fine e cioè da quando, dopo pranzo e divertimento fra truccabimbi e area giochi per tutte le età, una mamma mi ha chiesto se avevo un pannolino, avendo lei – come accade spesso a tutti noi neogenitori – avendo dimenticato la borsa del cambio in macchina.

Allora non sei ancora stata in bagno. Vieni che ti accompagno faccio io. In bagno, sul fasciatoio, ci sono salviette e un pacco doppio di pannolino taglia 6, così che possano calzare ogni sederino!

Ecco: queste sono le accortezze che mi fanno capire che questo è uno di quei posti dove c’è un pensiero dietro le cose. Non a caso, all’Exe – ristorante che ospita il nuovo brunch per famiglie con bambini, anche molto piccoli, di Roma – il pensiero è proprio quello di una mamma.

Ma ora riavvolgiamo il nastro e ricominciamo dall’inizio, così ve lo racconto bene questo nuovo family brunch tutto da provare.

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante-2
Ristorante bello, moderno e spazioso

Arrivati in zona, già belli e felici per il parcheggio piuttosto agevole (mica banale, eh!), ci accoglie una lavagnetta col menù che ci indica la via. Tacchino gigante al burro, supplì artigianali, lasagna bianca e lasagna tradizionale, angolo dei fritti, dolci fatti in casa e fontana di cioccolata.

Bene, faccio io, cominciamo ottimamente. Certo potrei tener fede alla dieta con l’angolo delle verdure, anche quello a disposizione, ma poi mi ricordo che non sono a dieta e quindi…

Beh, quello che è riportato sulla lavagnetta non è che una piccolissima parte della distesa di cibo che vi aspetta in questo locale che, tra l’altro, è spaziosissimo.

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante6 brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante6 brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante6

Si respira l’entusiasmo di una nuova impresa, tutti corrono a destra e a manca per cercare di soddisfare le richieste dei clienti. Un seggiolone qui, un altro lì… ma io non mi accorgo di nulla perché ho preso a parlare con un tacchino intero che, mi dice Perla (il nome della neomamma che ha organizzato tutto questo), è stato fatto cuocere per 8 ore. Accanto una coscia di prosciutto intera che ha subito analoga sorte per la gioia dei clienti che manco il tempo di fotografarle intere mi hanno dato!

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante10

Diana intanto è già nell’area bimbi e, approfittando del fatto che siamo praticamente i primi, tiene sotto scacco la ragazza che gestisce il babycare.

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante-4

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante5 brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante5

4 tavoli colmi di cibo, possibilità infinita di mixare dai formaggi ai salumi, ma anche tantissime insalate a fantasia vostra se siete a dieta. L’angolo dei piatti caldi propone paste, lasagne e anche cotolette e fusilli al sugo per i più piccolini.

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante11

Immancabile un tavolo di dolci e bevande.

Ed ecco le accortezze del buffet: motete mixare diversi tipi di benefici semi con le vostre insalate, accompagnare il pasto con acque aromatizzate alla frutta, chiudere in bellezza a colpi di fontana di cioccolato e caramelle.

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante7 brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante7 brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante7

Per non parlare delle tante varietà di dolci e crostate o dei più sani biscotti Digestive, che sono piaciuti tanto a Diana (c’era la Nutella a 10cm: non l’hai presa? Non sei figlia mia!).

Ah, ho mentito: i tavoli di cibo non sono 4, ma 5 se consideriamo il bancone del bar ricoperto di fritti: supplì fatti in casa, bocconcini di merluzzo, crocchette di patate, anelli di cipolla, supplì alla nduja e molto altro.

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante-fritti

Il costo? 20€ gli adulti, 10€ i bimbi.

E veniamo all’area bimbi: molto spaziosa, recintata, con una sola apertura di uscita e una ragazza che sorveglia i bambini. Si entra senza scarpe, c’è un tavolo dove sbizzarrirsi a disegnare e colorare ma anche tantissimi giochi per bambini di tutte le età.

E poi il truccabimbi, dove Diana per la prima volta in vita sua ha provato l’emozione della trasformazione.
Vuoi una farfallina?
No, Gatto.
Non vuoi un bell’Unicorno?
No, Gatto. Sulle guacce! (*guance)

brunch-exe-per-famiglie-con-bambini-roma-eur-family-friendly-area-giochi-truccabimbi-ristorante-fritti
Il gatto Diana

Gentilissima e paziente, la nostra makeup artist è molto attenta ai prodotti che usa (tutto è venuto via semplicemente con acqua.

Anzi Diana ci si pure addormentata e non è successo nulla. Il tutto in una stanza a parte con divanetti per aspettare il proprio turno in cui questa bravissima truccatrice regala un momento di magia ai bambini.

Così, mi dico, bisognerà tornare presto perché Diana ora chiede sempre patate, biscotti e gatto!

 

Articolo precedenteLe Moscerine, ludoteca e vera Accademia d’arte dei bambini! Al Pigneto.
Articolo successivoCosa fare a Roma con bambini da 0 a 3 anni nel weekend dall’8 al 10 marzo 2019
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…