bisogna pagare la retta scolastica coronavirus rimborso pubblica privata

La quarantena per l’epidemia di Coronavirus ha imposto la chiusura delle scuola per un periodo ancora non ben definito, ma che di certo difficilmente le vedrà riaprire a pieno regime entro l’anno scolastico. Vediamo se e quanto bisogna pagare per il servizio scolastico di scuole, nidi e materne pubbliche e private

Studio Legale FDG
Largo Nino Franchellucci, 65
00155 Roma
Sito webPagina Facebook
Mail: [email protected]

PAGAMENTO DELLE RETTE SCOLASTICHE NEL PERIODO EMERGENZIALE (scuole pubbliche)

La frequenza delle Istituzioni scolastiche statali e delle scuole paritarie dell’infanzia a gestione pubblica, è gratuita.

Pertanto, a carico delle famiglie c’è solo la mensa.

In questo periodo emergenziale, per le scuole pubbliche le rate non devono essere versate, poiché il servizio non è erogato.

PAGAMENTO DELLE RETTE SCOLASTICHE NEL PERIODO EMERGENZIALE (scuole private)

Diverso è il discorso per le scuole private, perché esiste il problema che alcuna decisione può essere presa dal Ministero della Pubblica Istruzione in quanto non rientra tra le sue competenze disporre l’esenzione dal pagamento di tali rette per le scuole a gestione privata, la cui entità è stabilità dal singolo Istituto.

In  assenza  di  norme  specifiche  i principi giuridici da applicare sono:   

  → La forza maggiore che non è imputabile né alla scuola né alla famiglia, con la conseguenza che quest’ultima non è tenuta a pagare  la  retta. 

 →    La  famiglia  ha  diritto  al  rimborso  per  i  mesi  non  usufruiti nonché il diritto al rimborso di quanto sia stato già eventualmente corrisposto per servizi non fruiti;

→     La  riduzione  della  retta se  gli  alunni/bambini  fruiscono  ad  esempio  della  “didattica  a  distanza”,  quindi,  viene  offerto  un  servizio  in “misura  ridotta”. 

Scuole gestite dal Comune di Roma: rette scolastiche covid 19

È stato  disposto annullamento del versamento delle quote contributive per gli asili nido e per le mense scolastiche nelle scuole d’infanzia per il periodo di chiusura dovuto all’emergenza Covid-19.

→     Previsti meccanismi di rimborso/compensazione in caso di versamento delle quote.