Splash Zone quando riapre il Luneur Park

Il più grande Parco Divertimenti della capitale con l’amatissimo parco acquatico estivo Luneur Park riapre giovedì 17 giugno con tante novità. Volete sapere quali? Ecco le novità della riapertura del Luneur Park!

LUNEUR PARK
Via delle Tre Fontane, 100
https://www.luneurpark.it/

Torna il Luneur Park che riapre al pubblico il prossimo 17 giugno con tante novità per i suoi amici che lo stavano aspettando da tempo! Una grande oasi del divertimento – il più grande parco giochi in città – che si estende su un’area immersa nel verde di circa 7 ettari.

Riapre il Luneur Park, parco giochi per bambini: da che età si può andare?

Il Luneur Park è un parco divertimenti adatto a bambini da 0 a 12 anni: noi ci siamo andati quando Diana era molto piccola e ce lo siamo proprio goduto (potete leggere la recensione qui).

Vi aspettano oltre 21 attrazioni fra Giostre e Giochi, suddivise per età ed altezza (in questa pagina del loro sito potete capire quali fanno al caso di vostro figlio. Io c’ho paura pure sul trenino e ho 43 anni, quindi non faccio testo!)

Il 17 giugno riapre il Luneur Park con una nuova attrazione!

GRANDE FRESBEE… che cosa è? E’ la nuova grande attrazione del Luneur Park, una di quelle per coraggiosi e che a me riporta indietro nel tempo perché la descrizione a quell’affascinante tocco vintage che fa proprio venire voglia di andare a vederla: un roteante disco volante che trascinerà su e giù temerari visitatori!

Optimized-Grande Frisbee nuova attrazione quando riapre il luneur park Optimized-Grande Frisbee nuova attrazione quando riapre il luneur park

La Splash Zone: il grande Parco Acquatico del Luneur

E riaprendo proprio all’inizio dell’estate, potevano quelli del Luneur Park deluderci privandoci della tanto amata Splash Zone? Il più grande parco acquatico all’interno della città si sviluppa su 2100mq di fresco divertimento con 6 acquascivoli per bambini di ogni età e area relax con sdraio e ombrelloni per tutta la famiglia.

Splash Zone quando riapre il Luneur Park

Gli orari? La splash zone è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17, mentre le giostre e i giochi aprono alle 16 per tenervi compagnia fino alle 22 e brillare nella notte romana con le loro luci sfavillanti.

Anche quest’anno non mancheranno i punti ristoro e tutto in tutto il parco saranno garantite misure anti-covid per il massimo della sicurezza e del divertimento di tutti gli ospiti.

Articolo precedenteI sogni nel Baule, negozio di giochi e libri super selezionati a Formello, Roma
Articolo successivoCosa fare con i bambini a Roma nel weekend del 12 e 13 giugno 2021
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…