Bonus Nido

Che cos’è il Bonus Nido? A chi spetta? A quanto ammonta? Come posso fare per richiederlo? Ecco i consigli dello Studio Legale FDG

Il Bonus Nido è un contributo erogato dall’INPS per il pagamento:

  • delle rette di asili nido pubblici e privati;
  • di altre forme di supporto presso la propria abitazione con l’aiuto di collaboratori per coloro che hanno figli da zero a tre anni affetti da gravi patologie che impediscono la frequenza dell’asilo nido.

Studio Legale FDG
Largo Nino Franchellucci, 65
00155 Roma
Sito web – Pagina Facebook
Mail: [email protected]

Bonus Nido: a quanto ammonta il contributo economico?

Come per il Bonus Bebè, l’importo varia a seconda dell’ISEE di appartenenza:

  • 3.000 euro annui se in possesso di un indicatore ISEE non superiore a 25.000 euro;
  • 2.500 euro annui se in possesso di un valore ISEE compreso tra 25.001 e 40.000 euro;
  • 1.500 euro annui per coloro che hanno un ISEE superiore a 40.0000 euro.

RICORDA: se non c’è un ISEE minorenni attualmente valido, il budget assegnato sarà di 1.500 euro.

Bambini a scuola

Quali sono i requisiti richiesti per la presentazione della domanda per il Bonus Nido?

I requisiti richiesti per poter presentare la domanda sono:

  • residenza in Italia;
  • cittadinanza italiana, cittadinanza UE.
    In caso di cittadini extra UE è necessario essere in possesso alternativamente di:
    • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
    • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea;
    • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea;
    • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria.

Chi può richiedere il Bonus Nido?

Se il contributo è richiesto come bonus per il nido, il genitore richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta.

Se il contributo è richiesto per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune.

Libri per la festa della mamma

Bonus Nido: come si presenta la domanda?

La domanda può essere presentata attraverso le seguenti modalità:

  • online sul portale dell’INPS se in possesso di un PIN dispositivo, di un’identità digitale SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi per l’accesso ai servizi telematizzati INPS;
  • chiamando il numero verde 803164 oppure da cellulare il numero 06164164;
  • tramite CAF o Patronati.

Quali documenti occorre allegare alla domanda per il Bonus Nido?

La domanda dovrà essere corredata dalla seguente documentazione:

  • il pagamento della retta relativa ad almeno un mese di frequenza per cui si richiede il beneficio, oppure nel caso di asili nido pubblici che prevedono il pagamento posticipato rispetto al periodo di frequenza, la documentazione da cui risulti l’iscrizione;
  • le ricevute corrispondenti ai mesi successivi dovranno essere allegate entro la fine del mese di riferimento e, comunque non oltre il 1 aprile 2021. In tali ricevute dovranno essere indicati: la denominazione e la partita IVA dell’asilo nido, il codice fiscale del minore, il mese di riferimento, i dati del pagamento o la quietanza del pagamento ed i dati del genitore che paga la retta.
  • Nel caso di richiesta del contributo per forme di supporto domiciliare, il richiedente dovrà allegare alla propria domanda l’attestazione medica pediatrica comprovante l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido a causa di una grave patologia cronica.