Bimbo Style Outlet, le grandi firme per bambini alla moda

Cercate abbigliamento firmato e di qualità per i vostri neonati e bambini? La risposta vi aspetta a Colli Albani e si chiama Bimbo Style Outlet, un vero outlet per bambini con le migliori marche a prezzi davvero scontati… con shop online!

BIMBO STYLE OUTLET
Via Mario Menghini 44 – 46 – 0686603333
https://www.facebook.com/bimbostyleroma/
SHOP ONLINE: https://www.bimbostyleoutlet.it/

Ci sono parole che, periodiacamente, infestano strade, giornali, volantini e insegne. C’è stato un periodo che sui menù di tutti i ristoranti imperversavano Trionfi e Delizie (delizia di mascarpone su pan di spagna al caffè. Cioè, Tiramisù? Trionfo di guanciale su rigatone trafilato e crema d’uovo. Ah, sì. Mio nonno la chiamava carbonara, tu pensa!).

Di questi tempi va fortissimo la parola Outlet, usata molte volte a sproposito anche da negozi che dell’outlet hanno solo la scritta.

Quindi chiariamo subito, Outlet è prodotti di qualità a prezzi davvero eccezionali. Ed è di questo che vi parlo oggi con Bimbo Style Outlet, zona Colli Albani, un vero outlet di moda per bambini (ma mamme con taglie dalla 40 alla 44, ascoltate con molta attenzione eh!).

Outlet grandi firme per bambini in zona Colli Albani
Outlet grandi firme per bambini in zona Colli Albani

Quando vivevo in zona Colli Albani, e Diana cambiava taglia ogni volta che mi giravo, questo negozio era spesso teatro dei miei momenti PRITTIUOMAAAN UOCCHINDAUNDESTRIT.

In particolare, ho comprato qui le prime scarpine di Diana, una meraviglia in gomma profumata firmata da quell’eccentrica adorabile mattacchiona della moda che è Vivienne Westwood (e che dopo questa mi farà causa. Signora Westwood, io la amo sul serio!). Le gente finalmente mi fermava dicendo che bella bambinA – femmina, capite? – e elogiava le scarpe e il gusto della mamma. Fantascienza!

Qualità eccelsa, design delizioso… che poi è quello che contraddistingue tutto ciò che troverete in negozio, che infatti ha raddoppiato – da una a due vetrine – nell’ultimo anno. In negozio troverete le migliori marche a prezzi ottimi (per non parlare del periodo dei saldi): da Gucci a Il Gufo, da Guess a Fendi, da Liu Jo a Miss Blumarine, da Moschino (uno dei più divertenti) a Twin Set, proposte colorate e divertenti dalla 0 alla 16 anni. E la 16 anni veste anche le mamme fino alla 44 e infatti l’ultima volta sono uscita con una gonna salopette strepitosa, qualità ottima, prezzo neanche lontanamente paragonabile a una linea per adulti.

Potete decidere di comprare online, ma visto che siete a Roma vi consigli vivamente una bella passeggiata nella animatissima via Menghini (quanto mi manca) per andare a curiosare a nome di Roma03 (vi tratteranno bene, assicurato!).

Ultima chicca, la padrona di casa: simpatica, spigliata, eclettica. Davvero l’anima del negozio, che saprà mettervi a vostro agio e consigliarvi, ma soprattutto vi aggiorna costantemente sulla pagina FB che vi consiglio di seguire, anche con dettagliati video nei quali illustra periodicamente le ultime novità.

Articolo precedenteImpressionisti Francesi a Roma, mostra perfetta per i bambini piccoli!
Articolo successivoCompagnia Ribolle, meraviglie di bolle di sapone per bambini da 0 a 100
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…