QUANTI BODY SI COMPRANO NEI PRIMI 3 ANNI DI VITA DI UN BAMBINO? CON JBIMBI I GENITORI RISPARMIANO CON BODY PER NEONATI CHE VESTONO DA 0 A 3 ANNI.

jbimbi_bodybambinineonati_economici.png

J BIMBI®
https://www.jbimbi.com/

Come già detto varie volte, sono nata negli anni ’70. All’epoca mia ti compravano le cose “in crescita”: ciò significa che essendo già tutti più o meno obesi causa svezzamento con imbuto – io a 2 anni vestivo una 4 – ti ritrovavi a 6 anni con una 42 e sei metri di risvoltino.

Oggi il senso della decenza ha preso il sopravvento e quindi si cerca sì di risparmiare, ma magari senza mandare i nostri figi con le scarpe da clown. Perciò va da sé che si cercano sempre nuovi modi di risparmiare: c’è sempre un cuginetto più grande o il negozio dell’usato bimbi a cui ci si è tanto affezionati, ma per un articolo di larghissimo uso – e tanto personale – come i body intimi che i piccolissimi portano ogni santo giorno per almeno tre anni, che non bastano mai e un giorno entrano e il giorno dopo non si chiudono più… che fare?

I BODY PER NEONATI PIÙ ECONOMICI E ECOLOGICI

L’idea geniale ce l’ha avuta la J BIMBI®. Il marchio J BIMBI® nasce dalla passione per il mondo della prima infanzia di Colpharma, un’azienda giovane e dinamica sorta a Parma nel 2010. Un’idea che permetterà ai genitori di risparmiare soldi sull’acquisto di nuovi body ogni 2-3 mesi e al pianeta su una massa notevole di rifiuti tessili prodotti dai piccolissimi già nei primi 3 anni di età.

Ho aspettato con ansia di vedere dal vivo i loro geniali prodotti (erano 21 mesi che mi chiedevo se esistesse qualcosa del genere!) a Bimbinfiera (qui il video della nostra incursione). Li ho guardati, spulciati, toccati e… tirati! Roma03 con le sue splendide modelle Valeria – 3 mesi – e Eleonora – 2 anni e mezzo – li ha anche provati per voi!

La prova costume delle nostre sorelline! Stesso body per 3 mesi e 2 anni e mezzo
La prova costume delle nostre sorelline: Stesso body per Valeria 3 mesi e Eleonora 2 anni e mezzo! Grazie a mamma Marina per essersi prestata!

IL BODY TAGLIA UNICA CHE VESTE DA 0-36 MESI

Stiamo ovviamente parlando dei body taglia unica che vestono il vostro bambino dalla nascita fino ai 3 anni di età. Avete capito bene: a meno che non lo distruggiate, lo stesso body potrà essere usato per ben 36 mesi perché il suo specialissimo tessuto elasticizzato si allunga all’inverosimile (per la precisione da un’altezza bimbo di 50cm fino ai 98cm).

Le tecnologie esistenti non permettevano di ottenere un livello di elasticità tale da raggiungere questo risultato ma: questi body geniali sono costati all’azienda oltre 5 anni di sviluppo, dopo i quali veniva depositata da Colpharma una domanda di brevetto internazionale per la produzione del primo e unico body in cotone taglia unica da 0 a 36 mesi, il body J BIMBI®.

BODY NEONATI IN COTONE O DRYARN, COLORATI PER L’INVERNO E L’ESTATE

La grande varietà di body prodotti permette ai genitori di soddisfare ogni esigenza dei propri piccoli: i body vengono prodotti nella versione estiva, invernale e in quella 4 stagioni per un ulteriore risparmio!

Sono prodotti nella versione cotone, fibra naturale universalmente consigliata alle mamme per la pelle delicata dei loro bimbi, e in Dryarn® sono realizzati con una fibra innovativa, derivata dallo sport e che garantisce comfort e benessere. Il Dryarn® offre anche altri vantaggi: sono resistenti, antimacchia, non si scoloriscono, asciugano rapidamente, non si stirano. Inoltre il dryarn è batteriostatico, ipoallergenico e antimicotico.

E poi sono belli, il che non guasta: tante fantasie e tanti simpatici animali e faccette che divertiranno sicuramente i vostri bimbi.

DOVE COMPRARE I BODY TAGLIA UNICA 0-36 MESI

I body  J BIMBI® si trovano nelle migliori farmacie e nei negozi specializzati. Il sito è esauriente e l’azienda è a disposizione delle mamme per tutte le domande e perplessità. Per scoprire il punto vendita più vicino a voi basta cliccare qui. (a Roma ho visto molti punti vendita a Roma nord, uno in zona Romanina, a Fiumicino, Vitinia, Albano, Ladispoli, Monterotondo, Colleferro, Bracciano, Civitaecchia)…

 

Articolo precedenteLa Valigetta Kids Boutique: l’usato bambini diventa boutique. Anche shop online!
Articolo successivoQuando si può iniziare a imparare una lingua straniera? Ce lo spiega Safì, Magic Teacher del metodo Hocus&Lotus
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…