parchi avventura roma lazio frosinone bambini

I parchi avventura sono divertentissime occasioni di svago per tutta la famiglia, spesso agibili fin dai primi passi e con altre attrazioni quali aree picnic e ristoro o animali. Vediamo quali sono i parchi avventura a Roma e nel Lazio

Per i primi due anni della vita di Diana il mio assillo era “Ma perché questa bambina dice massimo dieci parole?”. Sì, Diana ha parlato piuttosto tardi, ma quanto a muoversi facevo fatica a starle dietro, forse perché io sono una famosa per essere passata alla storia per essermi stirata i muscoli delle cosce giocando a biliardo.

A scuola ero sempre ultima nella corsa e l’unico sport che mi piaceva ho dovuto smetterlo a 12 anni per il mal di schiena, roba che manco il vecchietto di Enrico Montesano.

E quindi, con una figlia che si lanciava dalle librerie, ho scoperto che c’è un modo molto più sicuro per far divertire i nostri piccoli spericolati, dai primi passi fino a…. beh, mamme e papà più coraggiosi di me che soffro le vertigini già dai tacchi!

Di seguito vi lascio un bell’elenco dei Parchi Avventura per bambini a Roma e nel Lazio che sono riuscita a trovare: ovviamente, come sempre, saranno preziose anche le vostre segnalazioni.

1GIOKIFICIO, Labaro

Giokificio è diventato anche Happy Ranch e vi aspetta a pochi minuti di macchina da Roma Nord con i suoi percorsi adatti ai più piccoli già dai primi passi.
Via Tiberina 184 – 3336082527
Pagina Facebook 

2EURPARK ENERGY & ADVENTURE, Roma

Apre il 15 giugno il Parco Avventura dell’Eur con due aree tematiche: una area Adventure e una nuova area Energy per un totale di 12 attrazioni outdoor.
Piazzale Pakistan – 0683779167
Pagina Facebook

3PARCO AVVENTURA, Fregene

Parco Avventura con ristorante, piccola fattoria e pony e tante altre attività, oltre a eventi, feste e centri estivi
Via della Veneziana snc – 3245576210
Pagina FacebookSito Web

4BE WILD ADVENTURE PARK, Ostia

Percorsi per aziende, scuole e individuali. Percorsi avventura, dai 4 anni in su, e pareti da arrampicata.
Via di Castel Fusano, Ostia Antica – 3318903116
Pagina FacebookSito Web

5VILLAGGIO BUSHI ADVENTURES, Morlupo (Rm)

Parco avventura con percorso acrobatici per grandi e piccini e con teleferiche… il tutto a soli 20 minuti da Roma!
Via dei Villini 32 – Morlupo – 3277484970
Pagina FacebookSito Web

6PARCO VIVI AVVENTURA, Grottaferrata (Rm)

Un Parco Avventura con Fraschetta (notizia fondamentale) 1 percorso mini baby, 2 percorsi baby, 2 percorsi junior, 5 percorsi adulti e la Zip Line più lunga del Lazio (160mt). In più arrampicata, fattoria, area picnic, area giochi, beach volley e calcetto. 
Via Kennedy 58/60 – 3703028179
Pagina FacebookSito Web

7PARCO DELLA MERLA, Poli (Rm)

Parco Avventura, Azienda Agricola, Area Picnic, area ristoro e possibilità di organizzare visite per le scuole
SP29b Torrione-Piantata 25 – Poli
Pagina FacebookSito Web

8PARCO CATONE ADVENTURE, Monte Porzio Catone (Rm)

Un parco avventura davvero completo con ben 8 percorsi suddivisi per grado di difficoltà, percorso per i più piccini, area picnic, campi di basket, beach volley, calcetto e bocce, ristorante e pizzeria il tutto immerso nella riserva naturale dei Castelli Romani.
Via dell’Osservatorio 15 – Monte Porzio Catone – 0694010971
Pagina FacebookSito Web

9ALTIPIANI ADVENTURES PARK, Altipiani di Arcinazzo (Fr)

Parco divertimenti per grandi e piccini, immersi nella natura di Altipiani di Arcinazzo.
Via San Giovanni Bosco 1 – Altipiani di Arcinazzo – 3313493696
Pagina Facebook

10PARCO AVVENTURA, Tarquinia (Vt)

9 percorsi avventura per tutte le età a partire dai 110 cm in su Per gli adulti temerari Big Air Bag, Altalena Gigante, Torre di Arrampicata. In più area picnic, tende sull’albero e zorbing
Strada Provinciale Litoranea Nord Tarquinia – 34233655676
Pagina FacebookSito Web

Percorsi da tutte le età, dai 3 anni in poi, nel Bosco Urbano di Rieti. E per gli appassionati, rafting, canyoning, canoa, addii al celibato/nubilato, scuole, team bulding.
Via Salaria 26 – 3409578276
Pagina FacebookSito Web

12WOODPARK, Itri (Lt)

Parco avventura in provincia di Latina, all’interno del parco dei Monti Aurunci. Integrato nella natura con il massimo della biocompambilità.
Strada Regionale 82, Itri – 3289098856
Pagina FacebookSito Web

13CASSINO ADVENTURE, Cassino (Fr)

Oltre 10 ettari di parco sulle rive del fiume Gari, per divertirvi in famiglia e fare sport. Rafting, Paintball, Tiro con l’Arco e un’area verde attrezzata per picnic e Barbecue.
S.P.76 Località Ponte Marozzo, Cassino – 3348220253
Pagina Facebook Sito Web

Articolo precedenteA che giochiamo quest’estate? Ecco le dritte di Città del Sole Trastevere e Oderisi da Gubbio
Articolo successivoCosa fare con i bambini a Roma nel weekend del 19 e 20 giugno 2021
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…