Viaggio a New York con bambini e neonati? Nessun problema! La nostra inviata a New York Enrica, mamma di Tobia (quasi 3 anni), ci racconta l’America con gli occhi dei piccolissimi, in diretta dalla sua casa di Brooklyn!

GOVERNORS ISLAND
Da New York City per Roma03
Mamma Enrica e Tobia, quasi 3 anni
https://govisland.com/

Ma chi l’avrebbe detto mai che un blog nato per scherzo, per informare più che altro le amiche delle cose belle che andavo a procacciarmi per fare esperienze divertenti con mia figlia, un giorno si sarebbe fregiato della seguente frase “La nostra inviata da New York”!

E invece eccoci qui, grazie ad Enrica e al suo Tobia che ci raccontano la città che abbiamo imparato a amare dai film, che qualcuna di noi ha visitato, che qualcuna di noi sogna di vedere con i propri figli una volta cresciuti… o forse no? In fondo, perché aspettare?

Benvenuta Enrica!

“Ciao a tutti, per prima cosa mi presento…

Mi chiamo Enrica e sono la mamma di Tobia (33 mesi), sono siciliana di nascita, milanese di adozione ed americana per caso. Vivo a Brooklyn da quasi cinque anni e, seppur con tante difficoltà da expat cerchiamo di prenderci tutte le cose belle che questa esperienza ci sta offrendo.

New York picnic risciò gita governor island bambini

Come sono arrivata a Roma03.it? Tramite Giulia, amica ed ex collega.

Io credo molto nelle coincidenze e le nostre strade si sono incrociate nuovamente in un momento in cui stavo pensando e lavorando ad un progetto familiare e quando mi ha chiesto se volessi contribuire con qualche tips oltreoceano ho detto SÌ LO VOGLIO ma… non ho tempo! Panico. E, invece, eccomi a scrivervi con almeno 4 settimane di ritardo!

Leggi anche Bookshop + Storytelling Lab

Weekend pre 4 luglio a New York con un bambino di quasi 3 anni

Per rompere il ghiaccio vi racconterò come abbiamo trascorso il nostro weekend pre – 4th of July.

Solitamente in questa settimana tutti gli americani partono per andare nelle loro case negli Hamptons o Upstate la città rimane abbastanza vuota; noi eravamo tentati di andare a visitare Washington ma poi ci siamo lasciati scoraggiare dal caldo di questi giorni, quindi abbiamo optato per una gita lastminute.

New York picnic risciò gita governor island bambini New York picnic risciò gita governor island bambini

Abbiamo deciso di andare a Governors Island. È un appuntamento oramai annuale per noi, ma per Tobia sembrava la cosa più bella che potessimo organizzare.

Tobia era molto emozionato per il nostro viaggio (15 minuti di traghettata 🙂 ) ma per lui prendere qualsiasi mezzo, diverso dal suo stroller o scooter, è motivo di grande felicità (ci rende i viaggi molto semplici).

New York picnic risciò gita governor island bambini

In gita a Governors Island con i bambini

Governors Island è collegata abbastanza bene con la terra ferma e ci sono tante attività ricreative per tutte le fasce di età. Per tutte le informazioni potete cliccare su questo link

Le barche partono dal Pier 6 (Brooklyn) e da Battery Maritime Building (Manhattan).

Noi insieme ad amici abbiamo preso il primo ferry diretto da Brooklyn alle 11:00 am e siamo rientrati con il ferry delle 4:30pm: faceva tanto caldo ma direi che ce la siamo proprio goduta.

New York picnic risciò gita governor island bambini

Governors Island fra risciò, food truck e gli scivoli più lunghi di New York

Appena arrivati abbiamo affittato un risciò (o “surrey” per fare i precisi) da Blazing Saddles ed abbiamo fatto il giro dell’isola cercando di trovare il nostro posticino per il picnic.

New York picnic risciò gita governor island bambini

New York picnic risciò gita governor island bambini

Abbiamo fatto una piccola sosta, per andare a visitare gli scivoli più lunghi di NYC (17.5 metri) e poi ci siamo diretti alla ricerca del cibo.

Ci sono tantissimi food truck, quindi state sereni riuscirete a mangiare ciò che desidererete; dall’insalata, all’eritreo, dal gelato, ai tacos.

Dopo pranzo, visto il caldo equatoriale, abbiamo deciso di fare un nap nel Parade Ground  ed al risveglio abbiamo utilizzato le fontane d’acqua della play area per rinfrescarci (non so se eravamo più felici noi oppure Tobia)

New York picnic risciò gita governor island bambini

New York picnic risciò gita governor island bambini

Una meta sconosciuta ai turisti, con strutture per dormire e eventi musicali

L’isola è dotata di diversi playground per bambini di tutte le età.

Guardando sul sito vedrete che ci sono anche delle strutture per dormire sull’isola e vengono organizzati tantissimi eventi musicali.

Insomma per noi è stata una bellissima giornata e ve la consigliamo sicuramente come meta perfetta per famiglie con bambini, anche molto piccoli. Noi, quando siamo venuti per la prima volta da turisti, non saremmo mai potuti andare perchè non ne conoscevamo l’esistenza ma credo sia assolutamente un posto da visitare se avete bisogno di un escape dalla città durante il vostro soggiorno americano.

Buon divertimento ed alla prossima puntata.

Ciao da Enrica & Tobia

Articolo precedenteI Pini, divertente e fresco relax per famiglie con bambini piccoli
Articolo successivoEstate romana 2019 ex Forlanini: concerti e spazio bimbi pirata!
Silvia Lombardo è nata nel 1978 a Roma da madre trasteverina e padre siracusano. Dopo una breve pausa in una città mostruosamente più a misura d’uomo come Torino, vive tuttoggi nella Capitale dove si aggira, minacciosa, con carrozzina e passeggino dall’agosto 2016. Diplomata alla Scuola Holden di Torino, si è occupata di cultura e spettacolo per alcune agenzie giornalistiche, ha scritto e realizzato un film a costo zero sul precariato dal titolo “La ballata dei precari” e pubblicato “La ballata dei precari – Guida di sopravvivenza per trentenni” (Miraggi Edizioni, 2011). Fra le altre cose ha fatto la giornalista, l’addetta stampa e l’insegnante di multimedialità per le scuole elementari e i licei. Ha collaborato con la Bel-Ami Edizioni, il Circolo Letterario Bel-Ami, Millionaire, Donne Sul Web, Rai e è stata una blogger de L’Unità. Ha insegnato sceneggiatura e da 12 anni studia il fenomeno della musica scritta nei campi di concentramento, sul quale ha scritto un documentario, uno spettacolo realizzato all’Auditorium Parco della Musica nel gennaio 2015 (con, tra gli altri, Ute Lemper e Marco Baliani) e, la cosa più bella, una lezione concerto per portare questa musica fra i ragazzi delle scuole medie e superiori. Nonostante nessuno avrebbe scommesso una lira sulla suddetta come mamma, il soggetto si dimostra pieno di buona volontà. E menomale perché Diana non dorme, non vuole parlare, non vuole camminare e non rinuncia al latte materno neanche con le cannonate. Quando il gioco si fa duro, non resta che inforcare fascia e passeggino e andare in giro per la città. Prima o poi una delle due dovrà pur dormire…